L’AEROSOL per proteggere gli archivi del Centro Polifunzionale San Gaetano di Padova dagli incendi

 

La realizzazione storica dell’intero complesso, oggi riqualificato a centro culturale, parte, sotto la direzione dell’architetto   Vincenzo Scamozzi, nel 1582 quando si avviano le opere di fondazione della Chiesa di San Gaetano. Con la soppressione della congregazione  dei padri Teatini nel 1810 il complesso passa al demanio ed ha inizio l’attività della nuova sede del Palazzo di Giustizia. Nel 1920 dopo un furioso incendio che durerà alcuni giorni, si delibera la ricostruzione del Palazzo di Giustizia che viene inaugurato nel 1934. Con il 1995 l’attività giudiziaria è trasferita nel nuovo Palazzo di Giustizia e nello stesso periodo parte il progetto di riqualificazione a centro culturale dell’intero complesso. Il progetto è dell’architetto Antonio Draghi. Le opere di ristrutturazione  iniziano nel 2005  e terminano nel 2008. Nasce così un centro culturale sviluppato complessivamente su 12.000 mq.. Nell’organizzazione dei vari spazi la Biblioteca Storica è stata allocata al 1 piano mentre il suo archivio è disposto a piano terra. La protezione dal rischio di incendio dei vari locali archivi è stata realizzata con l’installazione di  impianti di spegnimento automatici di incendio ad AEROSOL di sali di potassio, progettati dallo studio Tifs Ingegneria di Padova, che utilizzano erogatori Firecom FPG  tipo AR3406 da gr. 3400 di massa estinguente, comandati tramite sistema di rivelamento automatico di incendio composto, per ogni locale protetto, da rivelatori ottici di fumo e centrali di spegnimento.

visiona /scarica l'articolodownload_trans

AEROSOL_BANNER

Ultimo aggiornamento (Sabato 09 Aprile 2011 16:04)